Diversabilità psichica

La ses­sua­li­tà ha basi organiche e genetiche ma per realizzarsi richiede sempre un apprendimento, un percorso esperenziale personale; tale percorso va so­ste­nu­to e facilitato: in qual­sia­si cop­pia bi­so­gna aver pa­zien­za, ca­pir­si, co­no­scer­si… così anche la sessualità di un uomo di cinquant’anni richiede un confronto per affrontare i cambiamenti impliciti all’età, come quella di un ragazzo alle sue prime esperienze….. A maggior ragione, nelle persone diversabili, la sessualità dev’essere sostenibile, puntando sulle loro risorse personali invece che sui deficit.

Ma….non ba­sta uma­niz­zar­ci e so­ste­ner­ci, dob­bia­mo an­che aprir­ci al fu­tu­ro e quin­di pro­get­ta­re. Poiché le per­so­ne con diversabilità psichica  spes­so non han­no la ca­pa­ci­tà di pro­get­ta­re, al­lo­ra de­vo­no ave­re qual­cu­no che si fa pro­mo­to­re del­la lo­ro vi­ta in sen­so am­pio, quin­di an­che del­la lo­ro ses­sua­li­tà. Ogni progetto educativo individualizzato, per facilitare la realizzazione di un concreto progetto di massima autonomia possibile, richiede sempre attenzione alle dimensioni dello sviluppo affettivo, relazionale e sessuale; altrimenti il percorso di adultità rischia di fallire, poiché non genera una qualità di vita soggettiva percepita come soddisfacente dalla persona diversabile e dai suoi familiari.Occorre agire su due registri:

1. guidare la crescita, aumentare le conoscenze

2. ridurre il rischio di comportamenti  disadattivi e quindi danni personali e emotivi

imagesCAGWMHQK

Un progetto educativo coinvolgente la sfera sessuale permette di anticipare eventuali situazioni problematiche che non posso essere semplicemente represse ma sostituite con migliori modalità di espressioni della propria sessualità, facilitando così un’i­dea del­la ses­sua­li­tà po­si­ti­va e  ac­cet­ta­ta dal con­te­sto.

152216__leaf-maple-heart-heart-autumn-close-up_p

 

 

La sessualità è un racconto che dà senso e significato alle nostre vite, avviene attraverso un linguaggio affettivo e procedurale che ritroviamo spesso perfettamente efficace nelle persone con disabilità intellettiva. Spesso siamo guidati da pregiudizi: una persona con disabilità intellettiva può avere ridotte capacità di ragionamento logico, simbolico, difficoltà mnesiche, attentive…una capacità linguistica deficitaria. Ma per parlare di sessualità non occorre usare le parole! Che pa­ro­le usia­mo quan­do fac­cia­mo l’a­mo­re? Po­che, a vol­te son già trop­pe, e non so­no cer­to quel­le che dan­no il sen­so ai no­stri ge­sti. Il di­scor­so – ed è un di­scor­so- lo fac­cia­mo con il cor­po e lì non sia­mo af­fat­to lon­ta­ni dal­la ses­sua­li­tà del­le per­so­ne di­sa­bi­li, che ma­ga­ri non san­no far­ci un ra­gio­na­men­to, ma quan­do pren­do­no per ma­no qual­cu­no san­no es­se­re più bra­vi di noi, han­no una ca­pa­ci­tà di met­te­re sen­ti­men­to che noi non riu­scia­mo nem­me­no più a ri­co­no­sce­re. Lì non c’è di­sa­bi­li­tà, non c’è uno più bra­vo e uno me­no.

Ognuno di noi incarna un racconto speciale, irripetibile e partecipa con tutti coloro che incontra alla costruzione del mondo; è un’esperienza preziosa accompagnare, camminare accanto ad un soggetto diversabile, conservando la fiducia nel suo futuro, facendo proposte e costruendo insieme un senso alle nostre vite.

Servizi offerti :

Educazione sessuale ai soggetti con diversabilità psichica attraverso percorsi individuali e/o gruppali, finalizzati a :

  • Promuovere la vita sessuale delle persone disabili
  • ƒGestire i comportamenti sessuali problematici
  • ƒEducare la sessualità delle persone con disabilità mentale
  • ƒEtica, diversabilità  e sessualità

Nella diversabilità è centrale la ricerca del senso: nel costruire conoscenza occorre scegliere dati con  significati etici – estetici – logici sulla base di una relazion biunivoca, asimmetrica scaldata da emozioni.

Il metodo narrativo, su cui si base il processo educativo. consiste nell’individuare parole chiave, utilizzare un linguaggio scientifico tradotto in lessico familiare, cercare nell’esperienza più che nel linguaggio specialistico.

–       Consulenza per le famiglie 

–        Formazione a équipe di educatori, psicologi, ……aiutare  gli operatori a sostenere la sessualità  delle persone che si prendono cura senza valicare i confini e continuando a conservare una relazione amorevole, affettuosa e vicina senza generare il disagio, la vergogna e l’imbarazzo dell’eccesso di vicinanza sessuale

–        Supervisioni e coprogettazione di progetti individuali….